Rifugio Margio Salice

Giornata di convivenza di inizio anno 2013
Come ogni anno professori e alunni della Scuola Secondaria di I grado dell'Istituto Sant'Orsola di Catania hanno vissuto una giornata di convivenza in uno degli splendidi luoghi della nostra Sicilia.
Quest'anno abbiamo deciso di trascorrere una giornata presso il rifugio Margio Salice, posto a 1250 metri sul livello del mare nel versante sud-orientale dei monti Nebrodi. È stato un momento straordinario per conoscerci meglio (specialmente i nuovi insegnanti e gli alunni della prima classe) e soprattutto per iniziare il nuovo anno scolastico da protagonisti, mettendo in gioco tutto di se stessi.
Nella prima parte della giornata i ragazzi hanno partecipato ad una combattutissima caccia al tesoro-orienteering nel bosco attiguo al rifugio. Bisognava cercare alcune bandierine e portare a casa il tesoro. Il tesoro era l'Etna, che i ragazzi dovevano fotografare da un punto panoramico. Per arrivare al tesoro, attraverso i vari indizi disseminati lungo il percorso, i ragazzi dovevano mettere in campo tutte le loro risorse: intuito, capacità di orientamento, organizzazione, leadership, velocità, ma anche diverse doti umane come la capacità di ascolto e di immedesimazione. Molti alla fine hanno detto "quello che mi ha colpito di più di alcuni compagni di squadra è stata la loro capacità di ascoltarti e accoglierti, questo ci ha permesso di giocare al meglio e di utilizzare al massimo le nostre potenzialità". Alla fine ha vinto chi ha saputo giocare di più con la squadra e per la squadra.
 
Mentre i ragazzi correvano, cercavano indizi e risolvevano enigmi, un nostro caro amico, ex professore in pensione,
e salsiccia per tutti nei bracieri presenti presso la struttura. Alla fine della caccia al tesoro abbiamo vissuto un bellissimo momento conviviale tutti insieme, mangiando la buonissima carne cucinata dal nostro amico.
 
Dopo pranzo, prima di andare via, ci siamo radunati tutti attorno al nostro amico professore che ci ha raccontato di sè e della sua vita. Abbiamo scoperto una persona molto generosa e soprattutto avventurosa, sempre pronta a lasciarsi provocare dalla realtà e a mettersi in gioco. Il professore ci ha raccontato, fra le altre cose, che subito dopo essere andato in pensione ha accettato una proposta di insegnamento in Colombia. Alla domanda di alcuni ragazzi su come ha affrontato l'impatto con un paese diverso e con persone che non conosceva, lui ha risposto che "all'inizio ci si può sentire un po' spaesati ma poi si capisce che i desideri del cuore che pervadono la gente colombiana sono gli stessi tuoi e questo ti permette di diventare amico con tutti".
Siamo andati via stanchi ma pieni di gioia per aver passato una splendida giornata in un luogo bello, con persone interessanti e facendo attività che ci hanno fatto conoscere meglio noi stessi.
 
img001
img001 img001
img002.jpg
img002.jpg img002.jpg
img003.jpg
img003.jpg img003.jpg
img004.jpg
img004.jpg img004.jpg
 
Copyright © 2014. Tutti i diritti riservati Fondazione Sant'Orsola - P. IVA: 04915500872 - Cod. Fisc. 93167970875 FB f Logo white 50
 Il presente sito web fa uso di cookies, anche di terze parti, per motivi di amministrazione delle proprie pagine e per migliorare l'esperienza di navigazione del visitatore.
Continuando a visitare il presente sito, chiudendo il banner, scorrendo sulla pagina e cliccando in qualsiasi suo elemento, l'utente acconsente all'uso dei cookies.
Per informazioni dettagliate sui cookies e sulle modalità per limitarli o negare il consenso si prega di visitare la pagina Cookie Policy